boutique_mencorner.overlayFinaliserCommande
boutique_mencorner.overlayReduction

boutique_mencorner.overlayCodeObtenirOk

boutique_mencorner.overlayCodeValidite1 17/01/2016 boutique_mencorner.overlayCodeValidite2

boutique_mencorner.overlayCodeObtenirNok.

boutique_mencorner.overlayReduction

boutique_mencorner.overlayCodeObtenirOk

boutique_mencorner.overlayCodeValidite1 17/01/2016 boutique_mencorner.overlayCodeValidite2

boutique_mencorner.overlayCodeObtenirNok.

Spesso, riprendere a fare sport è un momento critico durante il quale si spera di essere in grado di realizzare le stesse prestazioni di quelle che si facevano prima dell'interruzione. Oppure si vuole farne troppo e troppo velocemente senza lasciare al proprio corpo il tempo di adattarsi. Che sia per il bel tempo o la spiaggia, l'estate è spesso il periodo in cui si riprende la pratica di un'attività sportiva.

Per questo motivo e in modo da evitare i comportamenti estremi di ultimo minuto come le diete del tipo "insalata verde" una settimana prima di partire o le pratiche sportive abusive che provocano delle ferite, vi presento 5 principi che vi consentiranno di ritrovare la linea e di essere pronti per la spiaggia ottimizzando nello stesso tempo il vostro tempo e i vostri sforzi. Questi consigli sono validi per tutto l'anno ogni volta che, dopo un'interruzione prolungata di sport, desiderate riprendere un'attività fisica.

1) Iniziate la pratica della vostra attività sportiva in modo progressivo:

che si tratti di muscolazione, di corsa a piedi o di ciclismo, l'organismo ha bisogno di un tempo di adattamento più lungo in seguito a un'interruzione prolungata dell'attività fisica. Per cominciare, programmatevi due sedute di sport alla settimana e rispettatene la frequenza. Lo stesso discorso vale per la durata e la difficoltà delle vostre sedute: non cominciate con delle sedute intense di 2 ore! Meglio fare molti piccoli sforzi che un unico e grosso allenamento. Prendete il tempo di ritrovare una condizione fisica accetabile prima di poter testare i vostri limiti.

2) Praticate la vostra attività regolarmente evitando le interruzioni prolungate:

per poter pretendere a un adattamento e quindi a un progresso, che riguardi l'estetica o le prestazioni, l'organismo deve essere sottomesso a degli stimoli ripetuti durante un certo periodo di tempo. Per questo motivo, optate per una frequenza settimanale regolare e fate in modo di non saltare le vostre sedute di sport.

3) Ogni settimana, aumentate leggermente la difficoltà/ o la durata delle vostre sedute.

Un aumento di 10-20 minuti del tempo totale della seduta settimanale è un indicatore che vi consentirà di non andare troppo in fretta a scapito della vostra salute e dei vostri risultati. Per quanto riguarda la difficoltà, potete aumentare la velocità per la corsa a piedi, il nuoto o il rollerblade, ovvero potete coprire una più grande distanza per lo stesso tempo di sforzo. In muscolazione, potete aumentare i pesi sollevati.

4) Optate per la qualità degli esercizi e non per la loro quantità:

durante le vostre sedute di muscolazione, concentratevi per eseguire i movimenti con una tecnica perfetta senza prestare attenzione ai pesi mobilitati. Il punto più importante è quello di sentire lavorare i gruppi muscolari interessati e non di barare facendo intervenire altri muscoli per facilitare l'esercizio. Non abbiate quindi vergogna di ridurre i vostri pesi.

5) Non trascurate il vostro ricupero,

tanto per la vostra salute e il vostro benessere che per i vostri progressi. Il ricupero richiede evidentemente una gestione intelligente dell'attività fisica praticata. Potete per esempio fare sport un giorno su due oppure alternare ogni giorno con un'attività diversa. Tuttavia, il ricupero richiede anche un'alimentazione sana: per questo, privilegiate un apporto equilibrato di macronutrienti:
- proteine (carne, pesce, latticini, soia, alcuni cererali come le lenticchie o il quinoa).
- polisaccaridi che vengono assimilati lentamente (pasta, riso e grano integrali, leguminose e cereali).
- lipidi (olio d'oliva, di noce, di colza, di semi di uva) che contengono degli acidi grassi essenziali indispensabili al buon funzionamento dell'organismo.
- fibre (alimenti completi, leguminose, ortaggi freschi e frutta).

Idratatevi abbondantemente prima, durante e dopo la vostra attività fisica. L'acqua è l'unica bibita indispensabile: quel prezioso liquido che compone il 60% del corpo è presente negli organi, le cellule, le arterie, le vene e interviene in molte reazioni chimiche. Il mantenimento dell'idratazione è quindi una tappa vitale.

 

Ovviamente, tutti questi consigli dipendono dal vostro livello e dalle vostre caratteristiche. Non esitate quindi a rivolgervi a me in modo che vi proponga quello che vi sarà più adatto.

Sportivi Saluti

David Costa

Sito web: http://www.davidcosta.fr
Mail: contact@davidcosta.fr